Prodotti non disponibili

I prodotti di questo negozio non sono attualmente disponibili in questo paese. Acquista in altri negozi utilizzando i servizi Glopal.
Acquista ora in altri negozi
Salta al contenuto
KATIE IS MONSTER INTERVIEW

KATIE È UN MOSTRO

INTERVISTA A KATIE È UN MOSTRO

Bryant Lee di MACHINE-A intervista l'influencer e personalità di Instagram Katie Ruensumran (@katieismonster).

 

Fotografia: Bryant Lee

Grafica: Naureen Bindra

Prima di tutto... come stai!?

La vita è bella! Dopo la settimana della moda è un po' rallentato, ma la scorsa settimana ha iniziato a darsi da fare e alla fine del mese tornerò in Thailandia per visitare gli studi di tutti i marchi con cui ho lavorato per parlare con loro. così come faccio consulenza di design e PR per alcuni marchi. In Thailandia non abbiamo negozi come MACHINE-A o molti negozi multimarca. Se sei un marchio in Thailandia, devi avere una piattaforma di e-commerce o possedere un negozio fisico. In Thailandia abbiamo alcuni negozi multimarca che vendono solo marchi "avant garde". Quindi dobbiamo lavorare molto duramente e al giorno d'oggi stiamo cercando nuovi designer per rappresentare la Thailandia.

Sì, ci sono così tanti centri commerciali in Thailandia ma sono tutti centri commerciali di lusso.. tutti Chanel, Gucci, Prada, Hermes ecc... è importante dare una piattaforma a designer giovani ed emergenti che hanno così tanto potenziale.

...

Cosa ne pensi della parola influencer?
Sì, potresti dire che sono un influencer.

Influenzi le persone con il modo in cui ti vesti e il modo in cui promuovi i giovani talenti asiatici emergenti e non solo i marchi di lusso.

Ci provo... La gente guarda sempre Dior e Chanel, marchi che chiunque può trovare. Voglio designer emergenti tailandesi e asiatici. Hanno il potenziale ma non sanno come sviluppare i pezzi. Un marchio con cui ho lavorato, li ho presentati in un grande show room a Parigi e ho detto loro di cambiare il tessuto che usano perché il mercato a Parigi non indosserà quel tessuto. Ho detto loro di cambiare il 50%, ma anche se hanno cambiato solo il 20%, ho lasciato che imparassero dall'esperienza poiché lo showroom ha poi detto loro che questo è un mercato molto diverso, quindi è necessario cambiare di più. Devo essere molto equilibrato perché conosco il mercato qui e il mercato in Thailandia.

I designer devono capire in quale mercato stanno vendendo, a volte è molto diverso da quello che ti aspetti... I designer potrebbero progettare per un mercato specifico che potrebbe non funzionare bene per il mercato europeo o funzionare bene per il mercato asiatico. Può essere una situazione complicata... Ecco perché il tuo ruolo è così importante.

deve essere molto equilibrato...

Come ti è venuto in mente il tuo nome Instagram "Katie is Monster"?

Questa è davvero una storia divertente… uscivo molto quando ero più giovane. Ero molto selvaggio quando ero giovane, ho incontrato il mio amico e lui mi diceva "È arrivata Katie?" Ero tipo "Ya, sono qui!" lui era come no lei è un mostro e all'inizio ero tipo "cosa!? No, non lo sono!" ma poi ho pensato "Perché no, sì lo sono!" - Voglio mostrare il lato più oscuro, non solo il lato carino ed è per questo che ho scelto questo nome.

È vero, 'Katie is Monster' incarna tutto di te... Non te ne frega letteralmente un cazzo.
Sì. Non voglio mostrare il lato bello che voglio essere reale.

Sei decisamente reale per i tuoi follower e reale per te stesso! E penso che sia iconico!
Ah... grazie!

Cosa ti entusiasma della vita finora?
Le persone.

Che tipo di persone?
Mi sveglio alle 5:30 o alle 6:00 ogni mattina. Dopo aver corso di solito vengo qui o vado in un bar per vedere la gente. Le persone mi ispirano. Amo osservare le persone e le loro vite, mi piace vedere le persone che camminano, il modo in cui si vestono, voglio vedere le persone normali. La maggior parte di loro è sempre al telefono o sul proprio Instagram. A volte nel pomeriggio mi siedo sull'autobus e osservo solo le persone!

YAS BUS QUEEN LIFE!... di solito siamo così presi dalle nostre vite, ma è interessante fermarsi un momento e osservare semplicemente ciò che ci circonda e le persone intorno a noi... È stimolante!

...

Di quali designer sei entusiasta in questo momento che abbiamo attualmente in MACHINE-A?
Raf Simons, Peter Do - Amo Peter Do - ho visto che lavorava per Celine e poi ho iniziato a seguire il suo Instagram. Una stagione sono arrivato a New York e gli ho mandato un messaggio diretto su Instagram e lui ha risposto dicendo che al momento non aveva pezzi disponibili. MACCHINA-A prima ce l'aveva e poi dopo che mi hai mandato le foto dei pezzi, ho pensato di sì! Devo prenderli. Anche Richard Quinn del resto, MACHINE-A è stato uno dei primi negozi a Londra a rifornirlo e adoro i suoi vestiti!

Quali sono i tuoi 5 capi preferiti della nostra selezione SS19?
1. Qualsiasi cosa da Peter Do.
2. Camicia stampata di Richard Quinn.
3. Borsa tote di Stefan Cooke.
4. Camicia Tie Dye Ruffle di ASAI.
5. Occhiali da sole di Margiela.

Qual è la tua routine quotidiana?
Mi sveglio molto presto la mattina. Prima di iniziare a correre, controllo Instagram. Lavoro con 3 marchi in Thailandia sul loro Instagram. Dopo il lavoro su Instagram faccio videochiamate con i brand. Colazione in hotel Ace - una tazza di caffè nero... niente latte niente zucchero, un rotolo di salsiccia e insalata. Cerco di finire tutto entro le 15-18… poi vado a fare la spesa da.. MACCHINA-A!

E ci piace averti in negozio!

...

SELF CARE… cosa fai per curarti?
Amo l'arte, amo andare al museo anche se non ci sono eventi in programma. Mi piace sedermi lì e guardare l'arte. A volte mi tratto da solo perché non ho una vacanza. Preferisco anche andare nei grandi magazzini solo per vedere i vestiti.. Solo per vedere i pezzi. A volte vado a MACHINE-A per vedere i vestiti solo per guardare i pezzi, mi rende felice il cuore. Sono dipendente dalla moda e dai vestiti! Quando vedo persone che indossano qualcosa mi fa battere il cuore.

Qual è la formula del tuo outfit, come crei i tuoi look favolosi?
Quando mi vesto per tutti i giorni mi piace indossare qualcosa come una camicia Lemaire con i pantaloni Comme Des Garçons che è facile ma anche non facile...ma se vado a un evento...in realtà mi vesto sempre così: un mix e partita, di tutti i miei pezzi preferiti del momento.

Cosa scegli per primo quando ti vesti ogni mattina?
Scelgo prima le scarpe… Stamattina ho scelto queste Aticco e si abbina bene a questa giacca Noir Kei Ninomiya.

Qual è un nuovo designer di cui sei super entusiasta nella prossima stagione?
Art School, mi piacciono personalmente. Mi piacciono Tom ed Eden - il duo di designer dietro Art School, sono davvero affascinato dal concetto di fluidità non binaria e di genere che rappresenta il loro marchio. L'era del boom box e della spazzatura è qualcosa che mi interessa molto. Per me la fluidità di genere non è una tendenza, è la realtà. Alcune persone ancora non accettano questa realtà. Se sei in alcune parti di questa città o addirittura del mondo e ti vesti in un certo modo, allora vieni fissato. Stanno dando una piattaforma al genderless e al non binario, celebrando la loro comunità.

Ah sì, è per questo che amiamo e abbiamo ART SCHOOL a MACHINE-A, sono contento che siamo sulla stessa pagina.

...

Che cos'è un capo di abbigliamento, non ti beccheremmo mai morto addosso... o non ce n'è?
Jeans attillati.

Cosa ti attira a fare acquisti da MACHINE-A?
In primo luogo, Stavros. Sin dall'inizio di MACHINE-A mi ha chiesto di venire al negozio, lo conosco dalla scena dei clubbing e delle feste, quando sono arrivato per la prima volta a MACHINE-A ero tipo wow! Stai portando nuovi designer e stai dando una piattaforma. Quel concetto era molto nuovo e affascinante per me. Faccio acquisti in negozio da 6 anni ormai e l'idea di mettere in magazzino designer di lusso e emergenti in un unico negozio è molto affascinante per me.

L'intervista finisce.

Oggetti presentati

instagram

FEED SOCIAL

Il Tuo Carrello